indietro alla pagina iniziale Indietro zur Startseite

Für den Inhalt dieser Seite ist eine neuere Version von Adobe Flash Player erforderlich.

Adobe Flash Player herunterladen


Salvataggio grazie alla sponsorizzazione

1. Che cos’è una morte cardiaca improvvisa?

2. Come intervenire nel caso di morte cardiaca improvvisa?

3. Chi è a rischio di una morte cardiaca improvvisa?

4. Perché il defibrillatore ci viene messo a disposizione a titolo gratuito?

Finanziamento?

5. In caso di furto sarà fornito un nuovo apparecchio? Assicurazione?

6. È possibile che sia erogata per sbaglio una scossa elettrica anche se

il paziente non presenta fibrillazione ventricolare?

7. Posso veramente raggiungere qualcosa?

8. Come mi accorgo che il dispositivo è difettoso? Ricambio?

9. Quali sono gli intervalli di manutenzione da svolgere?

10.Devo caricare la batteria o collegare il dispositivo in modo permanente

all’elettricità?

Non c’era la risposta alla vostra domanda?



1. Che cos’è una morte cardiaca improvvisa?

La morte cardiaca improvvisa è la causa singola di morte più importante al di fuori degli ospedali nel mondo industrializzato. La MCI compare spesso in seguito ad un infarto cardiaco, se al cuore manca l’ossigeno. La MCI è una malfunzione elettrica del cuore, la quale normalmente è responsabile di un disturbo del ritmo cardiaco, la cosidetta fibrillazione ventricolare. In questo stato, gli impulsi elettrici del cuore diventanto all’improvviso caotici, facendo tremare il cuore che non pompa più con il ritmo normale. I pazienti subiscono un collasso e svengono – spesso senza preallarme. Se non si riesce a ristabilire un ritmo cardiaco normale entro pochi minuti, non esistono possibilità di sopravvivenza. Il tasso medio di sopravvivenza in caso di MCI che compare al di fuori del ospedale ammonta a meno del 5 %.





<< Indietro



2. Come intervenire nel caso di morte cardiaca improvvisa?

Su un cuore con fibrillazione ventricolare, il modo più efficace di intervenire
è una defibrillazione. Per la defibrillazione del cuore si eroga una scossa elettrica con l’obiettivo di ristabilire un ritmo cardiaco normale.
La defibrillazione viene considerata il miglior trattamento da applicare in caso di fibrillazione ventricolare. Se la defibrillazione viene effettuata entro i primi cinque minuti, dopo un collasso, le possibilità di sopravvivere sono maggiori. Ogni minuto che passa senza defibrillazione del paziente diminuisce il tasso di sopravvivenza del 7-10 %.









<< Indietro



3. Chi è a rischio di una morte cardiaca improvvisa?

La MCI è, nella maggior parte dei casi, imprevedibile. Può colpire chiunque, d’appertutto, ad ogni ora – spesso senza segnali di preallarme. In molti casi, il paziente non ha avuto precedenti o dimostrato sintomi di una malattia cardiaca prima.













<< Indietro



4. Perché il defibrillatore ci viene messo a disposizione a titolo gratuito?
Finanziamento?


Degli sponsor regionali si presentano posando i loro loghi sulla vostra bacheca salvavita / sul vostro segnavia. In questo modo, possiamo mettervi a disposizione a titolo gratuito l’apparecchiatura.













<< Indietro



5. In caso di furto sarà fornito una nuova apparecchiatura?
Assicurazione?


Si! Il furto è coperto dall’assicurazione e vi metteremo senza indugio
una nuova apparecchiatura a disposizione.















<< Indietro



6. È possibile che sia erogata per sbaglio una scossa elettrica anche se
il paziente non presenta fibrillazione ventricolare?


No! L’erogazione degli impulsi può avvenire soltanto quando il defibrillatore durante l’analisi accerta una forma trattabile dell’arresto cardiaco improvviso. Altrimenti, non sarà possibile azionare l’erogazione di impulsi.













<< Indietro



7. Posso veramente avere dei risultati positivi?

Si! L’unico trattamento efficace, in caso della MCI, è la defibrillazione immediata. Un miglior accesso ai defibrillatori e la loro ampia diffusione, possono aiutare a salvare delle vite umane, in caso di emergenze imprevviste ma trattabili come queste.













<< Indietro



8. Come mi accorgo del fatto che il dispositivo è difettoso? Ricambio?

L’apparecchiatura esegue automaticamente dei autotest giornalieri.
I defibrillatori della PHILIPS sono dei dispositivi molto affidabili. Se tuttavia dovesse essere individuato un errore durante l’autotest, la segnalazione luminosa verde si spegne e l’apparecchio emana dei segnali accustici
di avvertimento. Dopo aver premuto il pulsante d’informazione, l’errore sarà indicato a voce tramite l’altoparlante. Di norma, dopo la segnalazione alla nostra linea diretta, il pezzo difettoso sarà sostiutito da noi entro 48 ore
o ricambieremo l’apparecchio difettoso a spese nostre.









<< Indietro



9. Quali sono gli intervalli di manutenzione da svolgere?

Grazie alla sua funzione di autotest e al nostro ottimo servizio di assistenza, il dispositivo quasi non richiede manutenzione. Se dei lavori di manutenzione dovessero rivelarsi necessari, la manutenzione sarà eseguita da noi senza costi a carico vostro.













<< Indietro



10. Devo caricare la batteria o collegare il dispositivo in modo permanente
a una presa elettrica?


No! Il Philips HS1 dispone di una batteria permanente non ricaricabile con oltre 5 anni di durata. Non richiede ricariche o collegamenti alla rete per essere utilizzato e puó essere usato in movimento a lungo termine.
La batteria verrá sostituita da noi prima dello scadere della data di durata minima.









<< Indietro



Non avete trovato una risposta alla vostra domanda specifica?

Vi preghiamo di vedere i dati tecnici dal PDF
specifiche-prodotti_tedesco.pdf“.

Siamo a vostra disposizione per rispondere alla vostra domanda al telefono o tramite E-Mail.

In questo caso, non esitate a contattarci.










<< Indietro




indietro alla pagina iniziale indietro alla pagina iniziale FAQ Impressum